VeemOn Tour 2019, tappa fiorentina: Ergon c’è

Roberta Bianchi

14 Giugno 2019

La giornata itinerante interamente dedicata al Cloud Data Management organizzata da Veeam, dopo Milano, Padova e Roma, arriva anche a Firenze. I più grandi nomi dei provider tecnologici alleati strategici di Veeam e dei system integrator del territorio partner Veaam sponsorizzano l’evento. Ergon è fra questi e partecipa attraverso la testimonianza del CIO di Enegan che ha sviluppato un progetto di cloud data management con tecnologie Veeam.

Veeam, tra i leader di mercato nelle soluzioni di backup a livello globale, sta puntando tutto sul cloud ed espandendo la propria leadership nel settore del cloud ibrido. Il suo obiettivo è chiaro: posizionarsi come fornitore più affidabile di soluzioni di backup per supportare l’Intelligent Data Management portando ai suoi clienti agilità, availability e accelerazione del business.

Per raggiungere questo importante traguardo ha organizzato il Roadshow VeeamON Tour Roadshow 2019 che ho toccato le tappe di Milano, Padova, Roma, Firenze e Bari: una fantastica opportunità per scoprire l’approccio del vendor nel garantire che i dati delle aziende siano sempre protetti, conformi e disponibili nel cloud ibrido. In particolare la suite al centro della promozione è la utilizzando la Veeam Availability Platform, una piattaforma pensata per l’hybrid cloud di interesse di medie e grandi aziende.

Nella tappa di Firenze c’eravamo, ovviamente, anche noi. 

I lavori sono partiti alle 10.00 all’Hotel 500, una location storia e immersa nel verde dove business e piacere trovano un equilibrio perfetto. Ritmo alto e pubblico ampio e interessato, grazie all’ottima moderazione di Marco Lorusso, influencer, giornalista ed esperto di tecnologie digitali. Mattina e pomeriggio si sono articolati secondo lo stesso schema, in maniera veloce, diretta ed efficace: tecnologie Veeam, Veeam e le alleanze strategiche, la voce dei clienti. Oltre che con uno stand dedicato, Ergon è figurato a chiare lettere come partner di Enegan, il fornitore di luce e gas con sede a Firenze, per un progetto di backup offsite che ha utilizzato tecnologie Veeam.

Il backup che funziona

A raccontare il progetto è stato Giacomo Morelli, CIO di Enegan. Come per la maggior parte delle aziende, la continuità di servizio è un elemento centrale e l’obiettivo primario del dipartimento IT, così come la disponibilità dei dati, che riflettono il business e vanno tutelati al massimo. Veeam, per i progetti di backup intrapresi da Enegan, gioca una partita da protagonista: il primo passo, nella strada che l’azienda sta affrontando verso il disaster recovery e la business continuity, è stata implementare un sistema di backup offsite con Veeam Cloud Connect. Ogni notte tutti i dati aziendali sono sottoposti a backup in un datacenter non di produzione. Pur non trattandosi di un DR a tutti gli effetti, si tratta senza dubbio di un passo importante e intrapreso con la migliore tecnologia disponibile. E i sistemi Veeam funzionano, funzionano bene e danno la certezza ai CIO della qualità dell’archiviazione dei dati. Sembra che questo sia un aspetto scontato ma non è così: rispetto ad altre tecnologie, che promettono un backup sicuro e poi non lo fanno, Veeam mantiene la promessa e i frequenti test che Enegan esegue sui dati di backup danno sempre esito positivo. Il sistema Veeam permette all’azienda di gestire agilmente quantità elevate di dati (circa 40 TB di dati quasi tutti i giorni), con spazio risparmiato grazie al sistema di decuplica.

Risk management

Risk management è la parola chiave del momento: si tratta di una delle keyword più desiderate e costose per chi promuove i propri servizi tecnologici sul web e si tratta di una attività al centro dell’attenzione. L’importanza del risk management si sposa con la necessità da parte del CIO di eseguire evangelizzazione nei confronti del CEO, o dell’imprenditore: se il secondo non ha gli elementi per capire il valore dell’investimento in soluzioni che garantiscono la disponibilità dei dati in caso di disastro, l’evidenziazione dei rischi derivanti dal mancato investimento diventa uno strumento fondamentale. È anche stata l’arma che ha utilizzato Morelli per far prendere chiara coscienza al CEO di Enegan di un fatto relativamente semplice: nell’eventualità di un problema serio, esiste un punto di non ritorno nel recupero dei dati e il rischio collegato è molto ingente.

Next step: vero la business continuity

Grazie a una visione lungimirante da parte del management, Enegan si prepara ad affrontare il passo successivo al backup offsite, quello di un progetto di business continuity insieme a Ergon. Il partner e la tecnologia hanno entrambe un ruolo fondamentale, quindi è cruciale privilegiare la qualità e l’affidabilità per entrambi.

Articolo precedente

#ergonevent Perform, evolve and transform. Com'è andata.

Articolo successivo

Il gruppo E cresce e supporta il sociale

In evidenza

Eventi

Roberta Bianchi

22 Novembre 2019

Novello 2019 Com’è andata

Chi ha partecipato al nostro Novello quest’anno si è trovato catapultato su una nave in mezzo al mare, immerso in un’atmosfera avventurosa ed emozionante. Perché? Perché l’evoluzione dell’IT come supporto a un...

Continua

Roberta Bianchi

17 Ottobre 2019

Novello 2019 Inizia il viaggio verso il multicloud

Quinta edizione del nostro evento annuale dedicato ai Next Generation Datacenter. Questo è l’anno del multicloud, una meta che promette produttività potenziata per le aziende ma richiede strategia e attenzione...

Continua

Roberta Bianchi

26 Settembre 2019

#ergonevent Novello 2019

Il multicloud, agile e sicuro, è a portata di click. Vieni a scoprire come la tua azienda può dare propulsione al business con il cloud portato al massimo livello al...

Continua

© 2018 Ergon S.r.l. | Largo Guido Novello 1/C, 50126 Firenze (FI) | P.IVA 05526190482 | Capitale sociale € 220.000 | Powered by VillaConsulting